A World Allergen & Smart Food Expo l’esperienza e la capacità di innovazione del Gruppo Alì

Negli scaffali della grande distribuzione i prodotti allergen free non sono più “merce rara”. La risposta della GDO al problema della crescita di allergie e intolleranze alimentari e al mutamento dei consumi non si è fatta attendere.
Ecco perché World Allergen & Smart Food Expoin programma in Fiera a Padova dal 25 al 27 novembre 2017, guarda con decisione anche a questo settore, che si affianca alla proposta delle aziende produttrici dell’alimentare e del settore degli integratori, alle farmacie e parafarmacie, al mondo della ristorazione e della ricettività, ai negozi specializzati.

Dopo il successo della prima edizione, anche un big player come il Gruppo Alì, che conta 111 supermercati e oltre 3.300 dipendenti fra Veneto ed Emilia Romagna per un fatturato di oltre un miliardo e 25 milioni, ha deciso di sposare la proposta del Salone, inserito quest’anno nella cornice più ampia di Stili e Saporimanifestazione dedicata al food secondo diverse declinazioni.
A World Allergen & Smart Food Expo, il Gruppo Alì presenterà Libertà di Mangiare, un innovativo progetto che offre ai clienti con intolleranze alimentari la possibilità di effettuare la spesa scegliendo tra prodotti privi di glutine, di latte, lattosio e di uova identificati con appositi cartellini e caratterizzati dai claim “Libertà di mangiare No Glutine” oppure “Libertà di mangiare No Uova” e così via. Sono evidenziati in questo modo sia i prodotti creati per coloro che non possono assumere glutine, uova, latte e lattosio, sia quelli che non nascono appositamente per le persone intolleranti o allergiche.

Le segnalazioni al consumatore sono fatte sulla base della presenza del prodotto nel Registro degli Alimenti destinati a un’alimentazione particolare del Ministero della Salute, alcune sulla base delle certificazioni richieste dall’insegna alle aziende o delle indicazioni presenti in etichetta e altre per la presenza dei prodotti nel prontuario redatto da AIC.
Al momento sono presenti nell’insegna oltre 1.200 referenze per esigenze alimentari specifiche, di cui 140 sono costituite da prodotti erogabili per i celiaci. Dal 2011, inoltre, Alì Supermercati ha iniziato a ritirare i buoni per i celiaci emessi dalle ULSS della Regione Veneto. L’attenzione a questi temi si concretizza poi con altre iniziative: un esempio è dato dalla collaborazione con AIC Veneto per la Padova Marathon, per cui dal 2011 i podisti celiaci possono prenotare in tutti i negozi Alì e Alìper una sacca ristoro contenente articoli idonei da ritirare il giorno della maratona presso lo stand di AIC Veneto.

“Un numero sempre maggiore di persone – spiega Francesco CanellaPresidente di Alì Spa – è soggetto a questi disturbi e spesso, a causa di una scarsa conoscenza e informazione, l’acquisto viene limitato a pochi prodotti abituali e già conosciuti, tralasciandone altri anche se adatti. Ecco perché Libertà di Mangiare, per assicurare a tutti il piacere di fare la spesa, senza rinunce o sacrifici, garantendo sempre un giusto prezzo. Abbiamo deciso di aderire alla seconda edizione di World Allergen & Smart Food Expo per portare la nostra esperienza agli utenti e consumatori finali, ma anche per confrontarci con ciò che propone di nuovo il mondo dei prodotti free from“.